Visualizzazioni totali

giovedì 3 maggio 2018

CHI E’ SPRUCEDO, E’ UN NAPOLETANO … ECCEZIONALE!

Il significato è facile: la persona spruceda (sdpucida. spruceta) ha pochi contatti con il mondo, e quando li ha, tratta tutti con arroganza, mostrandosi scorbutica negli atteggiamenti e nelle parole. Disdegna la maggior parte del mondo, se è napoletano, è un'eccezione, perché un napoletano raramente si mostra sprezzante nei rapporti con gli altri. Il problema è l'etimologia: alcuni lo ritengono un termine di derivazione medievale, io propendo -con qualche dubbio- dal latino spretum, participio passato del verbo spernere, da cui deriva, con lo stesso significato, l'italiano sprezzo. Un napoletano sprucido? Si disse di Eduardo De Filippo che fosse sprucido, scorbutico, scostante, per molti una burbera “canaglia”. Eppure lontano dalle scene era un uomo dolcissimo. Ma sulle scene, quando dirigeva le sue opere, era diverso “Il gelo -disse – è sempre stato lo stile della mia vita. Solo con il gelo si può fare autenticamente teatro.”

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.